in

Tomb Raider I-III Remastered, l’eterna gioventù di Lara Croft

(Adnkronos) – Tomb Raider I-III Remastered Starring Lara Croft è, com’è facile intuire dal titolo, una compilation della trilogia originale del mitico videogioco degli anni ’90. Contrariamente alle aspettative di una completa revisione grafica à la Resident Evil, Aspyr ha scelto di preservare l’estetica e il gameplay originale dei giochi, puntando su una fedeltà nostalgica piuttosto che su un ammodernamento radicale. Questo approccio rispecchia l’intenzione di far rivivere i giochi così come sono stati concepiti, mantenendo intatti ogni salto, segreto, nemico e puzzle. Le migliorie apportate si concentrano principalmente sull’aspetto cosmetico, con l’introduzione di illuminazione in tempo reale, ombre più realistiche, texture aggiornate e modelli completamente in 3D che sostituiscono i vecchi sprite bidimensionali. Anche Lara Croft riceve un lieve restyling, rimanendo però fedele all’originale. Nonostante queste modifiche, i giochi mantengono un’aria retrò, presentandosi più nitidi e colorati rispetto al passato, ma senza raggiungere gli standard di bellezza dei titoli moderni. 

Oltre agli aggiornamenti grafici, sono state introdotte alcune novità, come i controlli modernizzati e una modalità foto, arricchendo l’esperienza senza stravolgere l’essenza dei giochi. Tuttavia, la decisione di mantenere inalterata la difficoltà originale e le peculiari meccaniche di gioco potrebbe non essere di gradimento a tutti. La gestione della telecamera e il sistema di salvataggio manuale, ad esempio, rappresentano due aspetti che potrebbero frustare giocatori abituati ai videogiochi moderni. Tomb Raider I-III Remastered è indubbiamente un prodotto di nicchia, destinato a chi già nutre amore per i titoli originali o a chi è disposto ad affrontare le loro peculiari sfide con pazienza e apertura mentale. Per i neofiti, la trilogia potrebbe risultare ostica e frustrante. 

In definitiva, questa rimasterizzazione offre un’esperienza sfaccettata: un tuffo nostalgico per i fan di lunga data, che troveranno la gioia di rivivere avventure classiche con una veste rinnovata, e un potenziale percorso ad ostacoli per i nuovi giocatori, che potrebbero trovare difficile apprezzare i giochi senza un filtro di nostalgia. Per chi cerca una sfida che rispecchi il sapore autentico dei videogiochi degli anni ’90, Tomb Raider I-III Remastered rappresenta una scelta coraggiosa e rispettosa del passato, anche se non priva di momenti di frustrazione. E considerando che si parla già di un secondo volume con gli episodi successivi, o almeno di una prossima uscita della remastered di Tomb Raider 4 (The Last Revelation), possiamo dire che la stagione della nostalgia per un caposaldo della storia dei videogiochi è già iniziata. 

Formato: PS5 (versione testata), PS4, Xbox Series X|S, Xbox One, Switch, PC Editore: Aspyr Sviluppatore: Aspyr Voto: 7/10 

Written by Adnkronos

Valente (Asi), “E’ l’Italia il terzo contributore in Esa”

Geolier all’università Federico II, il rettore: “Polemiche non interessano”