in

Roma-Torino oggi, dove vederla in tv e streaming: probabili formazioni

(Adnkronos) – Si gioca oggi, lunedì 26 febbraio 2024, Roma-Torino. Il match, valido per la 26esima giornata di Serie A, allo stadio Olimpico inizierà alle 18.30. Sarà possibile vedere la partita in diretta tv e in streaming su DAZN.  

“La squadra sta bene di testa, c’è entusiasmo e si sta bene dentro lo spogliatoio. Sicuramente qualche strascico fisico ci sarà, quindi qualche cosa la pagheremo o comunque dobbiamo cercare di non pagarla facendo delle scelte”, ha detto il tecnico della Roma, Daniele De Rossi alla vigilia della sfida dopo il superamento del turno nel playoff di Europa League con il Feyenoord. La Roma deve però fare attenzione perché dopo ogni passaggio del turno l’anno scorso non ha mai vinto. “Sbornia post vittoria? Non so cosa sia successo l’anno scorso, dipende anche dal calendario. Se dopo gli impegni europei incontri Inter o Juventus è più difficile vincere. Questa sarà una partita tosta, ma non possiamo parlare di sbornia. Se sarà tosta perché entriamo in campo con la testa sbagliata vuol dire che ho fatto tutto male”, ha sentenziato De Rossi. 

“Come sta Smalling? Sta bene, sappiamo che non può fare 90’, poi magari ci smentirà. Dobbiamo capire se farlo iniziare subito o farlo partire dalla panchina, stiamo valutando questo. Si allena con gli altri, lo vedo più sciolto nei movimenti e lo valuteremo nelle prossime ore”, ha affermato ancora De Rossi. 

“Lukaku? Il momento è di grande gioia, è stato tra i primi a correre verso la Sud dietro a Svilar. Non abbiamo nemmeno analizzato il rigore sbagliato perché capita. So solo che al 120’ è scattato, ha dribblato l’avversario e il portiere ha fatto un miracolo. Ci saranno dei momenti dove toccherà la palla e la butterà dentro, è tranquillo e sereno. Se gli attaccanti non segnano per un paio di partite si avviliscono, ma lui ha segnato all’andata con il Feyenoord e non potrei essere più contento di lui”, ha spiegato il tecnico giallorosso che vedrebbe il berga in coppia con Tammy Abraham quando rientrerà. “Quando l’ho visto vicino a Abraham ho pensato subito che avrei voluto farli giocare insieme, ma al momento è un’idea da studiare e su cui lavorare. Poi dobbiamo vedere quando tornerà Tamm, non credo starà subito al 100%. È un’idea che può piacermi ma non è la certezza del mio futuro, idem ora che abbiamo Azmoun come vice attaccante, altrimenti avrei cercato di tenere Belotti. Ma volevo cercare di sfruttare le fasce”, ha aggiunto. 

“Il Torino è una squadra difficile da affrontare, ha una identità precisa. Juric è un grande allenatore, è uno dei primi che sono andato a spiare quando era a Verona. Il Torino è la peggior squadra da affrontare dopo 120 minuti di partita, ma abbiamo tanti giocatori e ci faremo trovare pronti. Dal punto di vista difensivo hanno un rendimento da Champions League, inoltre hanno giocatori importanti. Io ho anche un bel rapporto con il vice Paro. Sarà una bella sfida. “Turnover? Qualche cambio ci sarà, anche se non mi piace cambiare 10 giocatori. Questa volta ci sono stati i supplementari e i rigori”. 

Written by Adnkronos

Fiorello: ”Se Amadeus è Belzebù, Biggio è Voldemort”

Naufragio Cutro, peluche e candele per ricordare vittime. Superstiti: “Faremo causa allo Stato”