in

Morte Navalny, Dunaev (Riac): “No impatto su voto ma a Mosca temono reazioni”

(Adnkronos) – La morte di Alexei Navalny “non avrà alcun impatto sulle elezioni presidenziali” in Russia in programma il mese prossimo e non ci sono dubbi che la responsabilità di quanto successo sia di Vladimir Putin, che certo “non ne viene danneggiato, anche perché peggio di così…”. Alexader Dunaev, esperto del Russian International Affairs Council (Riac) e collaboratore di Carnegie Politika, commenta in questi termini la morte del blogger simbolo dell’opposizione a Vladimir Putin, avvenuta ufficialmente per un’embolia nella colonia penale in cui era detenuto. 

“La linea della propaganda ufficiale è quella di cercare di sminuire l’importanza di Nalvany nella vita politica del Paese – sottolinea, parlando con l’Adnkronos – Che ci fosse o meno non cambia nulla”. Per quanto riguarda il voto che si terrà dal 15 a 17 marzo, secondo Dunaev “il regime ha fatto di tutto per eliminare ogni possibile minaccia, dopo aver commesso il grosso errore di permettere la raccolta delle firme a sostegno di Boris Nadezhdin, la cui candidatura è stata poi eliminata”.  

L’esperto russo sottolinea poi “un dato interessante: le autorità stanno avvertendo i cittadini di non uscire a manifestare, hanno paura di una reazione e se ci sarà qualche movimento un questo senso reagiranno in modo forte”.  

Sottolineato come non ci siano dubbi sulla responsabilità del regime di Putin nella morte di Navalny – “anche se non è stato ammazzato direttamente sono state create in tre anni le condizioni che lo hanno logorato piano piano” – Dunaev sostiene che in un certo senso “si potrebbe dire che quanto successo danneggia l’immagine del presidente, ma dobbiamo anche tenere presente che la sua reputazione è talmente distrutta…”. “Non sapevamo già che faceva ammazzare i suoi avversari politici? Se non direttamente, con il suo consenso o seguendo un ordine più o meno esplicito…chiosa l’esperto del Riac – Peggio di così…”. 

 

Written by Adnkronos

Meloni-Schlein, al via contatti tra gli staff per il duello tv

Guerra e Sanremo dominano online, il report sulle discussioni digitali