in

Al via Myplant & Garden, il salone internazionale del verde, baluardo antismog’

(Adnkronos) – Si è aperta oggi l’ottava edizione di Myplant & Garden, il Salone internazionale del Verde. Padiglioni gremiti, 768 espositori (650 nell’edizione precedente), il 21% dall’estero. “Green, sostenibile e smart: questo è il futuro che stiamo disegnando per le imprese, il comparto e il Paese”, affermano gli organizzatori. “A Myplant i migliori assist alla transizione verde”. 

Nei quattro padiglioni, con una superficie espositiva di 50.000 mq, i visitatori possono infatti trovare le soluzioni verdi a 360°, dalle produzioni ai sistemi di coltivazione, dai giardini – anche terapeutici e inclusivi – alle green cities, dai campi e gli impianti sportivi al paesaggio, agli spazi pubblici, alle infrastrutture verdi, dalla robotica alle decorazioni per la casa, dai digital twin degli alberi alle nuove varietà botaniche, ai trend del giardinaggio (un hobby che appassiona 6 italiani su 10). 

“Il potenziale del capitale verde nell’affrontare questioni ambientali, salutistiche e sociali è enorme”, sostengono da Myplant. Ogni euro investito nel verde pubblico si rivaluta sino a 4 euro. Il verde come materia prima di progetto diviene baluardo climatico, barriera antinquinamento, motore di inclusione e sicurezza sociale, bastione nella protezione ambientale, fattore di resilienza territoriale e tutela idrogeologica, custode di biodiversità. Con evidenti ricadute economiche dirette e indirette, materiali e immateriali. 

Più verde significa meno PM atmosferici (dal 7 al 24% in meno), meno caldo (da 2 a 8°C in meno), minori spese sanitarie (a New York è stato registrato un beneficio di oltre 100milioni di dollari annui, mentre gli effetti a favore della comunità a San Francisco sono stati tradotti in quasi 160 dollari ad albero all’anno) e costi sociali, più risparmio energetico, maggiore valore immobiliare. 

Un ettaro di foresta urbana è in grado di rimuovere mediamente 17 kg/anno di PM10 e 20.000kg di CO2. Secondo un recente studio condotto dall’Istituto per la Bioeconomia del Cnr, i fiori e le piante abbattono fino al 20% di CO2 e polveri sottili presenti in ambienti chiusi (in cui passiamo l’80% del tempo) come case, scuole e ospedali. Ospedali oggetto di sperimentazione, sempre condotte dal medesimo istituto, della cosiddetta ‘terapia forestale’ e dei suoi benefici fisio-psicologici. 

Solo nel 2022, in tutta Europa i decessi da caldo eccessivo hanno superato quota 20.000: secondo una recente ricerca pubblicata da The Lancet, con l’aumento della copertura verde del 30% nei centri urbani si può ottenere un abbassamento delle temperature e ridurre le morti premature del 40%. Un aumento auspicabile in un Paese come l’Italia, che dispone di appena 32,5 mq di verde urbano per abitante. Mettere a dimora nuove alberature è fondamentale per affrontare balzi climatici, alluvioni, ondate di calore e assedio dello smog nelle città. Ma non solo: ogni aumento del 10% di copertura verde, secondo gli studi dell’Università di Cardiff, comporta un calo di criminalità del 2%. 

Temi che troveranno spazio nei convegni e incontri organizzati durante la tre-giorni milanese, e che chiamano a raccolta imprese, esperti, scienziati, rappresentanze del settore. 

A partire dall’apertura, con gli incontri dedicati alle coltivazioni fuori-suolo, alle proposte di rilancio della filiera (con Confagricoltura e Assoverde), alla gestione predittiva del patrimonio verde pubblico con l’AI e i digital-twin degli alberi, passando per il meeting delle federazioni sportive con FIGC, Federcalcio, LND, Fidal, Coni, Aitg, Fig, Fitp e, nel pomeriggio, sarà analizzato il ruolo e le ricadute dello sport nella rigenerazione urbana. 

Si farà il punto della situazione sul PNRR e la forestazione urbana con Confartigianato, saranno esposte le buone pratiche di gestione del verde pubblico e, con ASSO.IMPRE.DI.A. e molte rappresentanze pubbliche, si parlerà del futuro verde, e quindi più salutare, inclusivo e sicuro dei centri urbani. 

Di contorno, seminari e convegni di taglio più tecnico e professionale con le principali associazioni e confederazioni del settore e talk con trend setter e influencer internazionali. 

Singolare, da quest’anno, il percorso in fiera denominato Myplantech, una mappa che individua i prodotti e le soluzioni più innovative che stanno dando forma al futuro del comparto, tra digitalizzazione, serre hi-tech, risparmio energetico, circolarità, riciclo, coltivazioni fuori suolo, mini-biofabbriche, nuove varietà di piante e fiori.  

Innovazione che sta trasformando il mondo del motorgarden, i cui investimenti nella ricerca di soluzioni d’avanguardia tagliano a Myplant nuovi traguardi in termini di performance, autonomia, risparmio energetico, ergonomia e sicurezza. 

Novità e curiosità tra gli stand, tra nuovi brevetti botanici, alghe e ai funghi da salotto, olivi pluricentenari, fiori e piante anti-caldo, nuove tendenze floreali per i matrimoni, architetture botaniche, eco-materiali per i giardini, sfilate flower-fashion. 

La seconda giornata, giovedì 22 febbraio, ha in programma un doppio, prestigioso appuntamento col tema dello sport. Al mattino, un approfondimento sul tema della gestione dei manti erbosi, con ospiti internazionali provenienti dalla Serie A e dalle leghe estere; a seguire, il confronto istituzionale sulle SI-Sustainable Infrastructures, tema molto attenzionato da UEFA e FIGC, insieme a LND impianti. 

Nel pomeriggio, sarà proprio la LND impianti a presentare pubblicamente obiettivi e novità della Lega. 

Con Coldiretti e Assofloro saranno affrontati molti temi – florovivaismo, biodiversità, salute, ambiente, il ruolo degli alberi nell’ambiente urbano – nel ricco programma di conferenze, con relatori ed esperti di rilevanza nazionale. 

Anche gli incontri sul paesaggio, che coinvolgono figure di prestigio internazionale, terranno banco per tutta la giornata. Tra i temi, i programmi di de-pavimentazione del Comune di Milano, la valorizzazione del patrimonio naturale, l’illuminazione degli spazi aperti, il risparmio idrico. 

Si segnalano anche, nella giornata di chiusura di venerdì 23 febbraio, la cerimonia di conferimento del Premio ‘La città per il verde’, l’unico riconoscimento nazionale assegnato a realtà pubbliche e associazioni di volontariato che si sono distinte in opere di realizzazione, valorizzazione, manutenzione e riqualificazione del verde. 

Sempre in tema progettuale, il nuovo concorso di Myplant per l’ideazione di un giardino terapeutico all’interno dell’Ospedale Niguarda di Milano, il legame tra sport e inclusività con ASSO.IMPRE.DI.A. e molte rappresentanze istituzionali, il convegno AIAPP in collaborazione con gli ordini professionali, l’accento sul ricambio generazionale all’interno della filiera e le opportunità di lavoro per i giovani (con CIA-Agricoltori italiani e Florovivaisti italiani), e il 

convegno Fnsi dell’Unione Nazionale Associazioni Regionali Giornalisti Agricoltura, Alimentazione, Ambiente, Territorio, Foreste, Pesca, Energie, Turismo Rurale e Ambientale sulle sfide della comunicazione ambientale. 

Written by Adnkronos

Schillaci: “Entro il 2024 pronti ad abolire il tetto di spesa per le assunzioni’

Beer & Food Attraction Fiera Rimini: Tutti i vincitori del Premio Innovazione e Startup